Controllo di gestione e Business Intelligence (BI): un potente strumento per i decision maker

Perché la Business Intelligence (BI) è uno strumento fondamentale per il controllo di gestione aziendale? Scopriamolo assieme in questo contenuto.

Possiamo definire il controllo di gestione come l’insieme di processi, metodi, tecniche e strumenti che permettono il monitoraggio dello stato di salute dell’azienda in relazione agli obiettivi strategici definiti nella fase di pianificazione. Tipicamente, le fasi del controllo di gestione sono suddivise in pianificazione: definizione degli obiettivi aziendali; esecuzione: il loro raggiungimento; reporting: misurazione dei KPI aziendali; valutazione: il vero e proprio controllo di gestione.

Questa è la teoria, la pratica è quella di avere molteplici fonti di dati da altrettanti sistemi informativi che “non si parlano”, per cui vale sempre la “regola”: più la complessità di un’organizzazione aumenta (e quindi più sono gli strumenti a disposizione che “raccolgono” dati) più il rischio di avere delle informazioni poco affidabili per i CEO, CFO, IT Manager, Controller diventa concreto. Per questo motivo, all’interno dei complessi processi del controllo di gestione, la Business Intelligence diventa un potente strumento aziendale.

Molteplici fonti di dati in un unico sistema

La Business Intelligence (BI) permette di raccogliere ed elaborare un’elevata mole di dati per restituire come output informativo una rappresentazione degli andamenti aziendali, grazie alla quale i decision maker possono definire o ridefinire azioni strategiche per il business. In altre parole, i dati provenienti dai diversi sistemi informativi non sono più frammentati, ma vengono integrati per ottenere come output finale un’unica reportistica e quindi un’unica visione di insieme.

Obiettivi della BI applicati al controllo di gestione

Come abbiamo visto la BI diventa uno strumento del controllo di gestione. Utilizzarlo “sfruttando” le sue capacità permette al management aziendale di avere:

  • Una visione d’insieme dell’azienda e del relativo stato di “salute”
  • Consapevolezza circa le ottimizzazioni necessarie su specifici flussi aziendali
  • Semplificare le decisioni aziendali

Vantaggi della BI applicata al business

La potenza della BI legata al controllo di gestione si delinea in molteplici caratteristiche:

  • Integrazione con molteplici fonti di dati come ad esempio ERP e CRM
  • Aggiornamento dati in real time
  • Accessibilità: puoi consultare i report tramite mobile\ desktop
  • Qualità dei dati superiore
  • Time saving gestione reportistica
  • Consapevolezza degli andamenti aziendali
  • Ottimizzazione dei processi aziendali

Servizi di BI e controllo di gestione di Sarce

Di seguito alcune delle possibili applicazioni nell’ambito della gestione del dato realizzate da Sarce:

  • Gestire il processo di elaborazione del Budget e dei Forecast aziendali
  • Sviluppare analisi economiche, patrimoniali, finanziarie, a preventivo ed a consuntivo, e gestirne i confronti
  • Determinare i costi ed i risultati dei centri di responsabilità e divisioni
  • Calcolare i costi e la redditività di prodotti, clienti, aree di business, marchi, commesse, investimenti, etc., secondo il metodo scelto (Full e Direct Costing, Activity Based Costing)
  • Gestire sistemi di contabilità a costi standard e relative analisi delle varianze
  • Determinare gli indicatori di performance aziendale e di settore, a consuntivo e di proiezione.

Tecnologie

Utilizziamo le migliori tecnologie per ottenere un vantaggio competitivo per i nostri clienti. Le tecnologie con cui lavoriamo e di cui siamo certificati sono Microsoft Power BI e SAP.

Un team di esperti

Abbiamo al nostro interno un team specializzato dedicato ai progetti di BI. Lavoriamo con 70 clienti ed abbiamo un’expertise certificata.

Quali sono i vantaggi di adottare la consulenza Sarce a livello di BI per il controllo di gestione?

Il nostro approccio consulenziale è definito sulle reali esigenze del cliente e sulle caratteristiche del modello di business. La nostra consulenza si definisce in diverse fasi:

  1. Conoscenza delle variabili di settore del cliente
  2. Conoscenza del cliente, le logiche peculiari dell’azienda, i diversi touchpoint
  3. Fotografia dello stato attuale dell’azienda-cliente
  4. Individuazione delle fonti dei dati
  5. Definizione dei KPI da misurare
  6. Output di progetto e rappresentazione grafica
  7. Verifica
  8. Supporto al management nella lettura dei dati

Siamo un System Integrator di ultima generazione: forniamo software, consulenza e servizi per accelerare l’evoluzione digitale delle aziende. Vuoi sapere come possiamo creare valore per la tua?