Un Sistema 100% Cloud e Iperconvergente per Sarce e i suoi Clienti in Outsourcing

Conosciuta per la sua capacità di ottimizzare le prestazioni IT di numerose aziende di alto profilo, in questo caso Sarce si è dedicata a sé stessa, rivedendo la spesa e l’efficienza di uno dei comparti più importanti e rappresentativi della propria mission.

“Una volta fissato il business case e considerati i risparmi mensili che avremmo realizzato, il desiderio di agire velocemente per ottenere questi vantaggi è diventato un’urgenza. Non potevamo permetterci al tempo stesso interruzioni lungo il percorso”

Giuliano Giordani ICT Manager @Sarce Spa

La collaboration durante il periodo di Lockdown

Se è vero che bastano poche settimane ad abituarsi a una nuova routine o a un nuovo strumento, l’aver dovuto convivere con il digitale continuativamente per tre mesi, e probabilmente per i prossimi, ha prodotto un risultato importante in tema di competenze in qualsiasi azienda.
In Sarce, il rinnovo delle tecnologie è stato ed è importante, perché le persone continueranno, almeno in parte, a lavorare in smart working e il tema della sicurezza delle connessioni è un requisito base quando si parla di lavoro agile in un System Integrator di ultima generazione.

MS Teams e Office 365

L’obiettivo di Sarce è stato quello di mantenere per i propri dipendenti in smart working servizi proattivi e una user experience il più possibile semplice, garantendo la completa affidabilità dei sistemi. La scelta per la collaboration è stata naturale: MS Teams, già ampiamente in uso prima dell’emergenza sanitaria. Grazie anche all’integrazione con la suite Office 365 e a diverse centinaia di app terze, Teams si è rivelato non solo uno strumento completo, ma anche una concreta occasione per poter integrare la pianificazione di eventi, riunioni e meeting tra colleghi. Nel corso degli ultimi 90 giorni il trend di utilizzo di questi strumenti è stato in costante crescita.

Il passaggio ad Office 365 delle poche utenze Sarce non ancora convertite ha comportato per gli utenti pochissime differenze rispetto al servizio e-mail precedente, a parte il fatto di avere molto più spazio a disposizione.
Ora tutti sono in grado di utilizzare nuove funzionalità, possibili solo in ambiente cloud, ad esempio una maggiore facilità di gestione di file e collaboration attraverso One Drive.

Iperconvergenza in Sarce: diamo i numeri

Sarce ha scelto di utilizzare il sistema AHV di Nutanix al fine di dismettere e rinnovare ambienti obsoleti: basato sulla comprovata virtualizzazione open source di Linux, AHV offre tutto ciò che ci si aspetta da una soluzione di virtualizzazione, ma senza i costi e la complessità di altre soluzioni. Alte prestazioni, migrazioni flessibili, configurazione di sicurezza self-healing, data protection automatizzata con disaster recovery e analitiche approfondite sono le caratteristiche di AHV Nutanix. Per quanto riguarda il data center è stata introdotta una soluzione di storage ibrido SSD + HHD, con maggiore velocità applicativa, possibilità di scalare l’infrastruttura per supportare più utenti e una notevole riduzione dei costi.

3

nodi Lenovo HX
con Nutanix

70

Virtual Machine
(6 clienti + Sarce)

34 TB

Storage Ibrido

1,5 TB

di RAM

120 GHr

di CPU erogabili

La soluzione Server e Storage ideale in Sarce è quindi una nuova famiglia di appliance Lenovo iperconvergenti, basate sul software Nutanix. La convergenza di server, storage e e servizi di virtualizzazione in una appliance integrata scale-out semplifica la gestione dei data center e può offrire risparmi sostanziali nei costi dell’IT.
Sarce è ora dotata di un’infrastruttura iperconvergente che le consente di concentrarsi sulle applicazioni e i servizi che alimentano il business e ne accrescono l’agilità.